Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Massi 5 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #6612

    Massi
    Amministratore del forum

    Dopo aver percorso quasi 60’000 km posso tirare le somme su un po’ di lavori che ho effettuato sulla moto e raccontarvi del mega tagliando che l’ha vista protagonista circa 6’000 km fa.

    La mia esperienza di viaggio è stata fantastica sotto tutti i profili, anche quello meccanico: la mia bella non ha mai mostrato il fianco a nessuna critica! Durante (quasi) tutto l’itinerario non mi sono mai dovuto fermare per problemi tecnici, tranne una volta. In India, complice la guida notturna (lo so, è da pazzi fare una cosa del genere là) e l’ausilio del terzo faretto mi è saltato il regolatore di tensione e ho prosciugato la batteria. Trattandosi di un regolatore di diciannove anni però, ritengo che abbia tenuto fede alla sua funzione egregiamente, sebbene lasciandomi al buio nel bel mezzo del nulla! Sostituito con quello di scorta, non ho mai più avuto problemi. Il consumo della moto è oscillato fra i 15 km/l dell’Iran (ma con benzina ad 85 ottani!) ed i 18 km/l di diversi frangenti, io comunque non ho mai notato cali di potenza o problemi a trascinare dietro moto e bagagli. Non ho mai sostituito una lamapdina e solo una volta il fusibile da 30 A vicino al relè generale, visto che stava ossidandosi. Cambiata anche la batteria dopo 40’000 km, quella precedente è comunque sopravvissuta al problema del regolatore e s’è fatta tutto un inverno fuori casa. Catena e trasmissione non hanno mai dato il minimo problema, ma sono stato diligente nella manutenzione: grasso ogni 500 km (o quasi) e pulizia ogni 1000. Ho bruciato una sonda del carburante da 4 l, sostituita con un pezzo creato dal mio buon amico Paolo, che funziona meglio dell’originale e dura di più. Le gomme hanno avuto un consumo ineccepibile: ho fatto quasi 30’000 km con delle 70/30, mentre le successive 50/50 dello stesso fornitore che ho montato in Australia non si sono rivelate all’altezza delle sorelle: dopo meno di 10’000 km erano già appiattite ed eccessivamente consumate, complice sicuramente il caldo torrido e le strade australiane quasi completamente prive di curve. Sono riuscito a comunque a farci quasi 16’000 km, spero di farne altri 3’000 prima di liberarmene. Le sospensioni si sono comportate alla grande, ma il mono ha cessato di funzionare dopo circa 50’000 km, cosa che mi ha creato non pochi problemi durante gli ultimi chilometri fra Adelaide e Melbourne. Ad ogni modo ho risolto rigenerando il pezzo in Italia, se l’è preso in cura il buon Paolo (http://www.africatwin.info/) ed adesso è perfetto ed è stata aggiunta una valvola alla cartuccia per lavorarci più agevolmente in futuro. I pezzi originali sono molto meno raffinati degli aftermarket, ma tutti mi han suggerito di continuare ad utilizzarli in virtù della loro maggiore robustezza ed al mio tipo di utilizzo. Consigli quantomai azzeccati! Le forcelle non hanno mai dato problemi, ma per scrupolo ho cambiato l’olio al loro interno dopo due anni e mezzo e più di 50’000 km. Dopo un’accurata pulizia con del kerosene ho messo dell’olio con gradazione W 10 che si è rivelato troppo duro, così ho dovuto svuotale nuovamente e riempirle con meno olio rispetto a quanto consigliato dalla Casa, ora va molto meglio. I cerchi non hanno mai mostrato problemi (e sì che la moto ‘pare’ abbia circa 130’000 km in totale), ho avuto una foratura all’anteriore a causa di un errato calcolo di pressione (in Australia usano i PSI) e due al posteriore, una per un chiodo ed una che ancora non so spiegarmi. Strano che tutte e tre siano capitate in Australia e in nessuno dei precedenti quattordici Paesi che ho attraversato… COntinuando a far mente locale: consumo di olio nella norma, dal sintetico sono passato al semi sintetico e sembra che la moto gradisca entrambi, non ho notato cambiamenti nel comportamento. Ho grippato un cavo frizione dopo 40’000 km, sostituito con uno costruito ad hoc, ora ne ho uno attaccato per una sostituzione ‘volante’ ed uno originale di scorta. Cavi acceleratore tutto ok, il carburatore è volato in Italia per una profonda revisione assieme al mono ed è stato pulito dal buon Paolo con dei solventi speciali, una pulizia agli infrasuoni, dopo sostituzione di tutte le guarnizioni e controllo approfondito dal carburatorista, il quale ha sostituito i getti (usurati) con quelli di un VFR. Adesso la moto va che è una bellezza! La marmitta è ancora quella originale, qualcosa forse balla al suo interno, ma fin che va… Relativamente alla pompa della benzina: ispezionata, pare ne avrà ancora per almeno altri 40’000 km, ma mi sono premunito dei pezzi da sostituire al suo interno, in barba alla sostituzione completa di questo costosissimo pezzo. In virtù del problema al regolatore ne ho sistemato uno maggiorato da 50 A nel fianchetto sinistro (quello originale è al suo posto come back up) e sembra che avori egregiamente. Non ho mai cambiato le pastiglie dei freni anteriori (sono ancora in ottimo stato) e sostituito appena prima di imballare la moto per il Cile quelle posteriori, quasi all’ammazza caffé, visto che caffé e frutta sono passati da un pezzo. Considerando che taluni le cambiano dopo 8’000 km, io con i miei 60’000 posso ritenermi soddisfatto. Sostituita la guarnizione del coperchio valvole del cilindro 2, c’era un trafilaggio di olio, ora è tutto ok. Ho cambiato anche il liquido di raffreddamento, tuttavia non l’ho mai dovuto rabboccare ed il colore era perfetto, l’ho fatto solo per scrupolo. Con i filtri originali non ho mai avuto problemi, adesso sto sperimentando quello dell’olio aftermarket mentre mai e poi mai mi separerò da quello dell’aria originale. Il primo cambio d’olio l’ho effettuato dopo 13’000 km e vi rimando alle foto del filtro dell’aria quando l’ho pulito in Malesia… ma la moto non ha mai avuto un problema. Ho pulito il serbatoio ed i filtri dei rubinetti erano pressoché perfetti anche dopo benzine scadenti e 40’000 km. Relativamente ai cuscinetti: ho sostituito quelli della ruota anteriore in occasione della prima foratura, visto che l’anteriore faceva degli strani rumori. Erano a quota 45’000 km e, sebbene fossero ancora in ottimo stato, l’anteriore ha smesso di fare suoni poco piacevoli. Quelli al posteriore sono ancora gli originali montati 60’000 km fa. Quelli del cannotto di sterzo hanno necessitato di esser sostituiti: non in pessimo stato, ma non più giovincelli. Hanno comunque retto per 50’000 km, forse anche grazie alle strade non troppo disastrate che ho fatto, a parte qualche guado in Laos, le terribili buche lungo le autostrade indiane de un po’ di fuoristrada qua e là. Ho anche cambiato il sensore del folle, dopo venti anni di ineccepibile servizio. Il liquido dei freni è stato sostituito dopo 35’000 km e due anni, iniziava a colorarsi di arancia più che di limone, dovrei fare lo stesso dopo poco che sarò in Sud America.

    Non mi viene in mente altro, sinceramente non posso che ritenermi ultra soddisfatto delle prestazioni della mia bella, un gioiellino con quais ventidue anni di vita e forse (maledetto contachilometri falsato!) 130’000 km e più. Se non fosse stato per lei sicuramente le cose sarebbero state mooolto più difficili e mai e poi mai la paragonerei ad una moto moderna: Africa Twin tutta la vita!
    Buona strada a tutti!
    Miano

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.