Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Massi 3 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #6678

    Massi
    Amministratore del forum

    Ciao, visto che in molti mi hanno richiesto consigli la documentazione per la circolazione di una moto italiana in Australia, qui riporto la mia esperienza sperando possa essere utile a qualcuno. Continuo il tema ‘Sdoganamento moto in Australia’ (di questa stessa sezione del forum) con la produzione della documentazione per poter circolare liberamente.

    Dall’aeroporto io ho preso la moto e mi sono avviato verso la città, ma non sapevo di come le cose sarebbero dovute esser gestite ed ero a rischio multa. Ero anche senza assicurazione, ma prima di porla fare la moto deve esser registrata al dipartimento dei trasporti, cosa possibile dopo un’ispezione presso un ente apposito. Purtroppo non ho conservato il biglietto con gli indirizzi ed il numero cui chiamare per prenotare l’ispezione, tuttavia è possibile chiedere informazioni presso la Custom House o la Quarantine Area. L’ispezione va prenotata e quindi bisogna aspettare dei giorni; quando ti rechi presso gli uffici preposti, in teoria dovresti avere un’assicurazione temporanea di un giorno solo per raggiungere tale luogo (ce ne sono diversi e puoi scegliere quale sede), ma io non l’ho fatta. Controlleranno le luci, le leve e magari faranno un giro di prova, anche se a me non lo fecero. Con il certificato rilasciato (68 AUD) vai al dipartimento dei trasporti che non è lontano dal centro della città e fai la registrazione della targa nei registri australiani. Questo comprende l’assicurazione Third Party Insurance che copre solo i danni alle persone, ma è sufficiente per viaggiare su strada. Se vorrai anche quella agli oggetti la potrai fare da qualche compagnia privata. Dovresti pagare 24 AUD per ogni mese di permanenza (in Western Australia, in Victoria è il doppio), la data finale la scegli tu. Il problema è che devi spiegargli che la moto NON va reimmatricolata e devono solo fornirti questa Third Party Insurance, c’è un solo coordinatore che conosce come si fa, tutti gli altri impiegati non lo sanno quindi ti faranno perdere un’ora e dovrai insistere. Porta con te Carnet, patente (va bene anche quella europea, ma gradiscono anche le internazionali) e, cosa strana, porta una copia del bollo italiano in validità, senza di quella non ti processeranno la pratica. Sono ottusi come scimmie ubriache, non la spunti se hanno una regola non la discutono, quindi sii preparato. A questo punto sei libero di circolare, Spero di esser stato chiaro e non averti confuso le idee.

    Spero che queste righe possano aiutare qualcuno. Continuo con la descrizione del ‘Mio itinerario in Australia’ nella sezione Lungo la strada.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.