Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Massi 4 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #6679

    Massi
    Amministratore del forum

    Visto che in molti mi hanno richiesto consigli circa un itinerario da da seguire una volta in Australia, racconto quello seguito da me e la mia esperienza. A disposizione per altre domande!

    Posso dirti di aver visto un po’ di Western Australia (WA), sia al nord che al sud, anche se l’Australia è immensa e vedere tutto mi sarebbe stato impossibile con la necessità di lavorare. Di bello da vedere in WA c’è Exmouth, il deserto del Kimberley, il parco nazionale del Karijini e Monkey Mia. Tutte cose che non ho potuto vedere ma che rimpiango amaramente. Di passaggio ci sono i Pinnacles, anche se l’emozione dura poco. Le distanze al nord sono abissali, fra un paesino e l’altro e per trovare qualcosa degno di noto ci vogliono ore. L’autostrada è noiosissima, ma di strade secondarie non ce ne sono molte. Tutti parlano bene di Broome, ma ci sono stato e sinceramente… Da Perth in giù puoi passare per Armadale per vedere un po’ di verde e raggiungere Margareth River con le sue bellissime spiagge ed attrazioni (Conto’s Beach, Merchant’s Rock, Hamel Bay) e fare la Cave road (forse vale la pena vedere solo la Mammooth cave), molto meglio dell’autostrada. Anche Preveli Beach è là sotto e puoi arrivare fino a Cape Leeuwin, punta dove si incontrano i mari. La strada è discreta e verifica sempre il chilometraggio, le stazioni di servizio non sono frequentissime, sebbene il Sud sia molto frequentato e non sia pericoloso come il Nord. Andando a sud c’è anche il Wave Rock poco fuori Hyden, ma è nell’interno ed è buono per passarci una mezz’ora, non vale la pena passare di là solo per vederlo perché di strada no c’è nulla e nelle foto è molto bello, ma sembra più di quel che è realmente. Da Agusta puoi fare questo tragitto che è molto bello: Nannup, Ballingup, Shannon National Park, D’Entrecastreaux National Park, Green Pool, Albany che come paesino non dice, ma ha di bellissimi da visitare almeno il Gap ed il Natural Bridge. Se poi hai tempo Frenchman Bay, Middleton Beach, Mount Melville.
    Veniamo alla parte che interessa di più, ovvero la Eyre Highway: ufficialmente parte da Norseman anche se io ci sono arrivato passando per Esperance che ha delle spiagge meravigliose. Da qua inizia un piattume allucinante: niente curve, niente da vedere (i cartelli in marrone ti segnalano delle attrazioni turistiche ridicole, fidati). Io l’ho fatta in gennaio e mi sono morto di caldo, meglio percorrerla in primavera, anche in relazione alle simpaticissime mosche che troverai ad ogni sosta. Fai il pieno di acqua e roba da mangiare in Norseman, ultimo avamposto dove troverai cibo e benzina a prezzi equi. Da là in poi avrai solo una road house (stazioni di servizio) ogni 200 km, la benzina salirà a 1,96 AUD (prezzo aggiornato al 2013) e in proporzione tutto il resto. È una strada sicura e vi sono molti turisti che la fanno in caravan, quindi non sarai mai completamente solo. Attento agli autotreni, ti spostano tantissimo con l’aria che smuovono, specialmente quando raggiungerai il mare e ci sarà molto vento trasversale. Puoi campeggiare in ogni piazzola di sosta, ti ho scritto in fondo a queste pagine come fare per non avere problemi coi rangers. Passerai attraverso Belladonia, Caiguna, Cocklebiddy (pochi chilometri prima di arrivarci ci sono delle caverne segnalate da un misero cartello, sono pericolose perché l’accesso è libero, ma molto belle), Maiduna, Mundrabilla, Eucla e Border Village. Qui ti chiederanno se hai frutta o verdura con te, quindi: o finisci tutto prima o te la fanno buttare o speri che non ti controllino la moto come successo a me. Da qua in poi le meravigliose Bunda cliffs (dove sono arrivato con la moto sino al bordo delle scogliere, ma fai attenzione sono sotto perenne erosione), e la pianura del Nullarbor, molto suggestiva. Da là puoi scegliere se tirare dritto o farti la Eyre Peninsula che a me è piaciuta moltissimo. Streaky Bay è carina, ma alla punta Port Lincoln è meravigliosa con i il Lincoln National Park. Whalers Way è un circuito più da 4X4, ma si può fare anche in moto, costa molto sebbene sia bellissimo. Il Coffin Bay National Park presso la omonima Coffin Bay è molto bello e potrai gustare le ostriche migliori dell’Australia. Da là e sino a Port Augusta non c’è nulla di interessante, ma puoi proseguire verso il Flinder Rangers National Park che è a 200 km da tutto ma è molto, molto bello. Puoi campeggiare su uno dei [i]lookout[/i] (punti panoramici) dove non ti rompe e scatole nessuno e puoi godere di un celo stellato da paura. Ci sono due strade che vanno al parco da Hawker, fai quella ovest che è molto più panoramica. Da là io poi sono tornato ad Adelaide e mi sono goduto le Adelaide Hills, finalmente a stondare le gomme che mi si erano quadrate dal rettilineo, il caldo, l’asfalto penoso e la pressione troppo bassa delle gomme (spiego perché in ‘Considerazioni sull’Australia’ in questa stessa sezione del forum) lungo la strada fatta sin qui. Sempre sulle Adelaide Hills c’è il Gorge wildlife park dove puoi tenere in braccio un koala se vuoi farti passare lo sfizio. Glenelg beach è molto bella, poi sono stato al Deep Creek Conservation Park, carino. Da là per Melbourne puoi fare l’interno, ma ti perderesti la GOR (great ocean reoad) che ti suggerisco di fare con tutto il mio cuore, l’amerai. Se così farai, passerai a prendere un piccolo traghetto gratuito a Wellington (attento ai trattori, io ho bucato perché perdono chiodi), poi Salt creek, Mount Gambier (avrei voluto visitare il Grampians national park, ma c’erano incendi, è un po’ fuorimano ma valutalo), Cape Bridgewater, Port Fairy e Warnambool che segna l’inzio della GOR. Fermati ad ogni piazzola di sosta possibile, ne vale la pena. Attento che molti alla guida si distraggono per il panorama e può esserci qualche rischio, meglio farla in un infrasettimanale così c’è meno gente, sennò ci saranno anche orde di gente in ogni luogo. La cosa buona dell’andare da ovest ad est è che ti troverai a destra della carreggiata, ovvero sul lato più panoramico. Vedi i The Twelve Apostles e campeggia gratuitamente a Johanna, c’è un’area apposta e tutti la conoscono. Prosegui per Apollo Bay e Torquay che senga la fine della GOR. Da lì sei a poche centinaia di chilometri da Melbourne. Phillip Island è carina, King’s Lake è una montagna bella da fare ed è a 50 nord est di Melbourne. Andando ad est avrei voluto vedere il Wilsons Promontory national park, ma ho fatto autostrada sino a Sydney e non te la consiglio, è anonima anche se efficace. A Canberra tutti mi dicono non ci sia nulla. Da Sydney puoi andare a Newcastle facendo la strada 69, molto meglio dell’autostrada e da là c’è una bellissima fino ad Armidale, che ti consiglio invece della costiera che è un piattume. Da là poi raggiungere Grafton e proseguire a nord verso Casino (bellissima) oppure tagliare all’interno. Io passai per il Border Ranges national park (c’è un punto panoramico meraviglioso) e la Lion’s Road (un piatto di spaghetti di curve) per poi arrivare a Brisbane, una città senza niente di speciale. Da là fai un po’ di autostrada, ma assolutamente fai la Steve Irwin Way e passa accanto alle Glass House Mountains. Poi passa per Rainbow Beach e fermati assolutissimamente a vedere il Sand Blow, se vedi le foto capirai cosa intendo dire: è meraviglioso. Da là puoi fermarti a Maryborough e visitare la città: vi nacque la scrittrice di Mary Poppins. Puoi andare anche a campeggiare a Agnes Water e poi prendere il traghetto da 1770 (si chiama così il paese) per visitare Lady Musgrave Island, un’isola con la barriera corallina più vicina rispetto al Reef vero e proprio. Da qua è un’ora e mezza di barca (si vomita da dio) mentre da Airlie Beach ce ne vogliono tre, costa di più e lo spettacolo è lo stesso. Io sono arrivato sino a Grafton senza problemi, da là ho fatto dietro front perché era estate e quel bastardo del mio ex datore di lavoro non mi ha pagato gli ultimi due stipendi, quindi sono tornato a Melbourne prima del previsto e senza aver assaporato la costa fra Melbourne e Sydney. So che da Cairns in poi è tutto piatto, ma i paesaggi diventano spettacolari (tutti me ne parlavano a bocca aperta) del Cape York su al nord. Passandoci d’inverno eviterai le alluvioni, i tornado e le piogge, ma stai sempre attento ai coccodrilli, specialmente quelli d’acqua salata, più incazzosi di quelli d’acqua dolce se non ricordo male. Come vedi non ho fatto il NT (Northern Terrotory) né la Tasmania che tutti mi dicono sia seconda sollo alla Nuova Zelanda, un peccato non poter averla vissuta per lo stesso problema che ti dicevo. Per il poco deserto che ho fatto posso dirti: porta sempre un litro d’acqua in più, tanta crema solare e non sottovalutare i canguri, sono pericolosissimi quando attraversano la strada, specialmente al tramonto e all’alba.

    Vorrei condividere anche alcune considerazioni generali, leggibili in questa sezione del forum: Considerazioni sull’Australia.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.